NUOVO CORRIDOIO CON PRIMA ECLISSE IN TORO-SCORPIONE: SEI DISPOSTO A LASCIAR ANDARE LA TUA STORIA? - OLLìN

“[…] Vivere nel Mistero è ascolto profondo, ascolto ed apertura all’imprevedibile. Non si tratta di catturarlo. È piuttosto come quando ci offriamo completamente al mistero ascoltando un bellissimo brano musicale e, nel farlo, ci accorgiamo che noi siamo il Mistero e che non lo stiamo semplicemente osservando. Vivere con il Mistero è aprirsi a una vita caratterizzata da un costante cambiamento e da un costante divenire. E il Mistero ci chiede di vivere in armonia con questo continuo dispiegarsi, il Mistero ci chiede di essere autenticamente vivi. E quando riusciamo a fluire scopriamo che le nostre vite, piuttosto che essere un percorso lineare verso una fine precostituita, diventano piene di infinite possibilità. Ogni assaggio di questa esperienza espande il nostro amore e ci avvicina all’inesauribile mistero dell’esistenza. Così come tempo fa un mio maestro spirituale mi chiese: “Frank, sei disposto a lasciare andare la tua storia e ad entrare nel Mistero?»”

(Frank Ostaseski)

 

Il 4 novembre ci sarà la Luna nuova in Scorpione opposta a Urano. Da questo momento si apre una nuova stagione che si contrapporrà alla fine della vecchia e che dura 45 giorni. Esattamente come accade dentro di noi, quando il nuovo non è ancora manifesto e si sovrappone con il vecchio facendoci sentire spezzati in due. Conosco molte persone che sono in questa fase e le vorrei tranquillizzare facendogli capire che è normale, che è parte del processo. Come il frutto che deve maturare prima di staccarsi dall'albero e mentre matura rimane attaccato e vive questa dualità. La vita è come una bilancia che continuamente muta e ci fa fare scelte, spesso molto diverse, da un giorno all'altro, ma ciò che va ascoltato è il nostro stato interiore. Spesso dobbiamo distruggerci per poterci liberare da qualcosa. Sentirne il peso fino a non poterne più. Anche da questo si impara a mollare prima, perché la strada dell'amarsi vuole dire anche essere compassionevoli e delicati con noi ed educarci a non farci del male da soli, cosa che si riconosce nel tempo, man mano che riprendi la responsabilità sulla tua vita. (lo rappresneta bene il nostro sistema immunitario che si attiva anche contro di noi quando diventiamo tossici per noi stessi).

 

Il 4 novembre si apre il corridoio di eclissi con la prima lunazione nel nuovo asse Toro-Scorpione. Se vi ricordate, e potete andare a rileggere l'articolo dell'asse Gemelli Sagittario di Giugno 2020, il passaggio dei nodi in un asse dura circa un anno e mezzo e siamo arrivati alla fine. A gennaio 2022, infatti, questi passeranno nell'asse successivo creando una nuova sfida evolutiva.

 

Sappiamo che nel segno del Toro alberga Urano ormai dal 2018 senza sosta. Ogni pianeta che incontra  ci offre una spinta evolutiva fortissima e questo passaggio dura sette anni, il tempo che ci serve per cambiare totalmente tutte le cellule del nostro corpo. Avevo chiamato questo passaggio LA CREAZIONE DEL NUOVO UMANO e questo sta accadendo, con i suoi alti e bassi che sono parte della vita. Il novilunio che apre le danze sarà congiunto ad Urano, la luna bacerà il Signore dell'individualizzazione e si opporrà al Sole in Scorpione.

 

Il 19 novembre ci sarà la prima eclisse nell'asse, sarà con il novilunio in Toro, quindi solo un assaggio della nuova energia. E' evidente che il piano del Cielo è quello di farci lasciare andare la nostra storia personale che i segni fissi hanno cura di mantenerla, ecco perché fanno così fatica a cambiarla e tendono a diventare anche distruttivi verso se stessi pur di non fare un passo (abbiamo tutti i segni fissi nel nostro tema, se poi qui sono presenti luminari o pianeti di personalità, la sfida aumenta). Quindi questo passaggio ci stimola a smettere di vivere da morti, cercando sicurezze e attaccandoci al passato, a ciò che è stato (scorpione), dove quell'acqua ormai è ristagnata a sufficienza, dove quelle memorie anche affettive sono ormai distorte e svanite, dove la manipolazione che ci imponiamo per restare nel conosciuto, ha ormai compiuto il suo ciclo. Siamo disposti a cambiare quando il male di rimanere fermi è troppo pesante da portare. Possiamo farlo anche prima e qui, la consapevolezza gioca un ruolo importante, ci fa accedere al libero arbitrio, altrimenti siamo in ripetizione di ciò che contiene il nostro inconscio tutto il tempo. Ed ecco che il segno dello scorpione ci insegna la nostra psicologia, come siamo fatti, umani bisognosi di affetto, ma anche abili mutanti quando è necessario, fenici addormentate in attesa di risveglio.

 

Dall'altra parte il toro ci chiama a ricostruire una nuova realtà che tenga presente del passato perché da esso noi impariamo cosa è bene e cosa è male, per ognuno di noi. E qui voglio sottolineare OGNUNO DI NOI perché è tempo di smettere di generalizzare, questo ci han voluto insegnare i nodi in Gemelli e in Sagittario: il rispetto per la diversità era uno dei punti chiave. Se impariamo a non giudicare chi sceglie diverso da noi, ma magari, davanti a questa diversità, se ci interessa, possiamo fare una pratica di comprensione della posizione dell'altro/a. Vi assicuro che staremo imparando davvero tanto dalla vita. Ognuno di noi è un Maestro per qualcun altro da cui imparare, proprio perché siamo diversi e tutti estremamente fragili. Il giudizio è singolare e soggettivo, ecco come si impara a stare nel mezzo, nel neutro che non vuole dire non posizionarsi e non scegliere, ma non imporsi sugli altri perché si riconosce la libertà di scelta di ognuno nel proprio spazio vitale.

 

Avremo modo di approfondire questi temi. Sappiate per ora che dal 4 novembre al 19 dicembre saremo nel corridoio di eclissi. La prima sarà nel nuovo asse e la seconda, il 4 dicembre, sarà in Sagittario, poi fino ad aprile 2022 non avremo altri corridoi. Vi ricordo che nel periodo di eclissi l'energia è molto instabile e spinge alla rottura, ci spinge ad abbracciare il nuovo, spesso riproponendoci il vecchio per farci riposizionare, cambiare, scegliere. E' interessante osservare come il Toro si unisce al Sagittario, la Terra e il Cielo devono ritrovarsi nel punto di mezzo, ma prima, tutto ciò che lo impedisce, deve emergere ed essere  visto ed elaborato, ovvero portato alla consapevolezza.

 

Non perdiamoci nelle identificazioni, abbiate il coraggio di lasciar andare e fare le scelte giuste per voi, osservando che la vita non ci vuole male, ma ci sta accompagnando a conoscerla approfonditamente. Lei è cambiamento, verso ciò che è più sano per noi, dove possiamo esprimerci veramente. Lei vuole che realizziamo ciò che ognuno porta sulla terra per sè prima di tutto e poi per collaborare con gli altri, creando un disegno splendido tutti insieme. Spesso facciamo fatica a cogliere la bellezza e al perfezione di ogni passaggio, solo Dio può farlo, ma vi assicuro che, dal 2022, avremo modo di stare molto più vicini allo sguardo divino che mai, poi ognuno sceglierà per sè, se quello spazio interiore necessario per starci, vale la pena di crearlo.

 

Oltre la tua storia c'è un mistero che ci conduce. Sei disposto a conoscerlo? Ad abbandonarti? A fidarti? Lo so che la vita sembra che ti ha fregato e ferito tante volte, ma un giorno vedrai che una parte di quelle ferite è stata per aiutarti a crescere e sei tu che hai continuato a sceglierle, perché faceva più male sentire quella perdita che conquistare il tuo amore. Ma sei tu che hai il potere di uscirne, di guarirti, di attraversare ogni situazione. Si chiama AMORE che prima di tutto DEVI riversare verso di te, una coppa che si è svuotata perché non sapeva che poteva continuare a ricevere e che una parte di quel continuare, dipendeva da lei. Oggi lo sai. Domani lo saprai ancora di più che se sei AMORE e puoi camminare per ricordarlo sempre di più, come potrebbe mancarti qualcosa? 

 

Abbraccia la vita, così com'è. Senti che è tutto così perfetto nel suo caos e delirio che è funzionale a te, al tuo cammino, nel modo in cui ne hai bisogno. Ecco perché ognuno vede cose diverse davanti a eventi uguali per tutti. Anche questo è funzionale a un'esperienza che ci si risvegli o no. Sta a te scegliere cosa vuoi fare. sta a te riconoscere cosa dice di te questa situazione e dove puoi cogliere l'insegnamento.

 

Presto parleremo di questo nuovo asse.... 

 

Per ora....felici giorni di eclisse...

 

Francesca Ollìn

 

Foto di Sherif Mahmoud, Tempio di Hatshepsut Egitto.

 

www.semidiluceblu.it

www.ollinsemidiluceblu.it

www.aomiaccademia.it

 

 

*copia consentita con citazione della fonte e rispettandone la forma integra